Ristrutturazione edilizia con demolizione e ricostruzione di una nuova villa nZEB a Noceto (PR)

Ristrutturazione edilizia con demolizione e ricostruzione di una nuova villa nZEB a Noceto (PR)
La casa di Carla
Luogo: Noceto (PR)
Tipo: Residenziale
Anno: 2017
Committente: Privato
Nome Progetto: Ristrutturazione edilizia con demolizione e ricostruzione di una nuova villa nZEB a Noceto (PR)
Importo Lavori: € 750.000,00
Stato Progetto: Opera Realizzata
Credits:
  • Arch. Cova
Premi e Menzioni:
Parlano di noi:
Descrizione:

La CASA di CARLA è un intervento di demolizione e ricostruzione in sagoma di un edificio residenziale a Noceto (PR). Il fabbricato esistente, dalla planimetria rettangolare, si sviluppava su due piani fuori terra: al PT era dislocata la zona giorno con cucina e soggiorno; al P1 si trovavano due camere raggiungibili tramite una scala in pietra. La restante parte ospitava una stalla con portico adiacente, al piano terra e un fienile al livello superiore. Nel complesso l’immobile si presentava in pessimo stato di conservazione, si trattava quindi di una casa insicura ed energivora e per questo motivo la proprietaria Carla ha deciso di demolirla e ricostruirla. In fase di riedificazione, la sagoma dell’edificio è stata lievemente modificata in modo da ottimizzare l’utilizzo degli spazi interni. Rispetto all’impianto originario è stato realizzato un porticato aggiuntivo ed un piano interrato ad uso cantina. Il nuovo fabbricato è stato interamente realizzato con tecnologia Pablok un sistema costruttivo strutturale prefabbricato a telaio leggero in legno lamellare, pre-coibentato con paglia compressa che ha permesso tempi di esecuzione estremamente rapidi; consentendo di raggiungere la miglior classe energetica (A4) per un edificio nZEB che abbatte in modo significativo il fabbisogno energetico. Si è costruita in tempi celeri una casa sismoresistente, altamente sostenibile dal punto di vista ambientale e con elevate prestazioni termiche e acustiche.  La sostenibilità ambientale è legata anche all’alta percentuale di contenuto di riciclato dell’involucro edilizio; infatti i pannelli Pablok superano il 48% di riciclato. . I principali obiettivi risultano pertanto: la sensibilità nell’uso delle risorse energetiche limitandone i consumi; l’utilizzo razionale della risorsa idrica infatti è stata prevista una vasca di raccolta delle acque meteoriche per l’irrigazione degli spazi verdi esterni e lo scarico delle cassette dei wc.; l’utilizzo per quanto possibile di materiali bioecologici e la possibilità di riuso e riutilizzo sia del singolo materiale che dei manufatti stessi, essendo privilegiato il sistema di costruzione a secco e, per quanto possibile, l’uso di elementi modulari che possono, pertanto, essere smontati e riutilizzati.

Galleria Foto

Video

Play Video